Rassegna Stampa Telematica - Parco Nazionale del Gargano

Rassegna Stampa Telematica - Parco Nazionale del Gargano

La Rassegna Stampa del Comune Modello
La Rassegna Stampa del Comune Modello https://www.parcogargano.it
Rassegna del 20/09/2017 Facebook Twitter Pinterest Instagram Youtube Tripadvisor
In Italia
http://www.statoquotidiano.it/20/09/2017/michele-roberti-manfredonia-comandante-provinciale-cc/574271/
Macerata. Michele Roberti nuovo Comandante prov CC
Statoquotidiano  - 20/09/2017 Argomento: Attualità IncontrosindacoComandanteCC_17347_4768.jpg Il sindaco di Macerata Romano Carancini ha ricevuto nel suo studio nella sede municipale di palazzo Conventati, nel corso di due distinti incontri, il nuovo Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco Pierpaolo Patrizietti e il Tenente Colonnello Michele Roberti nuovo Comandante provinciale dei Carabinieri. Patrizietti, proveniente dal Comando Provinciale di Ravenna è originario di Recanati e nel corso della sua carriera è stato Vice Comandante a Macerata. Esperto in analisi di rischi il neo comandante ha partecipato alle operazioni di soccorso per il terremoto del 1997 Marche/Umbria, poi per quello dell’Aquila nel 2009 e infine anche per il sisma che ha colpito l’Italia centrale ad agosto e ottobre 2016. Succede ad Achille Cipriani che ha ottenuto la carica di Comandante Provinciale a Potenza. Nel corso del colloquio il sindaco Carancini ha rivolto a Patrizietti un grande ringraziamento per tutto quello che il corpo dei vigili del fuoco ha fatto e continua a fare in seguito agli eventi sismici ed ha ribadito la volontà di proseguire il rapporto collaborativo, molto efficace, già avviato. Per quanto riguarda invece il nuovo Comandante provinciale dei carabinieri, Roberti, nato a Manfredonia (di fatto originario di Monte Sant’Angelo,ndr), negli ultimi due anni è stato Comandante del 4° Battaglione “Veneto” ed è alla prima esperienza come Comandante provinciale. Il sindaco e il Comandante Roberti hanno espresso la volontà di dare continuità al percorso molto collaborativo tra istituzioni che si realizza soprattutto in sede di Cosp (Comitato ordine e sicurezza pubblica e hanno parlato di lotta all’uso illegale di droga con un occhio particolare al mondo giovanile e di una maggiore attenzione a determinati spazi critici della città. Carancini ha donato ai due graditi ospiti un crest del Comune di Macerata. Redazione
http://www.statoquotidiano.it/20/09/2017/monte-santangelo-la-festa-enrico-ruggieri-toni-servillo-renzo-rubino/574210/
“Monte Sant’Angelo – la festa”: Ruggieri, Servillo e Renzo Rubino
A fine settembre, puntuale come ogni anno dopo l’estate, ritorna la sentitissima Festa Patronale di Monte Sant’Angelo in onore di San Michele Arcangelo, patrono della città, simile a “chi è come Dio”, principe degli angeli, del bene e protettore del popolo eletto. Al centro come sempre le celebrazioni religiose, con il momento più atteso: la Processione della Sacra Spada di venerdì 29 settembre, affiancate da un ricco ed eterogeneo programma di eventi messo a punto dal Comitato Festa Patronale 2017 guidato da Felice Piemontese. La festa, che si svilupperà per le vie del centro storico di Monte Sant’Angelo dal 27 settembre al 1 ottobre 2017, sarà dedicata alla musica, alle piazze della musica e ai concerti, ben cinque. Ospite attesissimo del programma sarà Enrico Ruggeri, leggenda della musica italiana, uno chansonnier nato dal punk e battezzato a Sanremo dall’irriverente pop di “Contessa” e in breve autore di tante storiche pagine della nostra canzone, per sé e per gli altri. A Monte Sant’Angelo Ruggeri arriverà con il suo nuovo tour “Dai Decibel ad oggi: 40 anni di successi”, il momento celebrativo che segna la réunion dei Decibel (la formazione storica nata nel 1977 da Ruggieri, Capeccia e Muzio) con Fulvio Muzio e Silvio Capeccia. Da “Contessa” a “Mistero”, poi “Polvere”, il “Il mare d’inverno”, “Quello che le donne non dicono”, “Peater Pan”, “Non finirà”, passando per i successi più recenti come “Il primo amore non si scorda mai”, Enrico Ruggeri delineerà un viaggio musicale nei ricordi e nelle sonorità di quasi in quasi quarantacinque anni di storia della musica italiana. La musica, però, avrà altre suggestioni e dinamiche. Giovedì 28 a partire dalle ore 21.30, nello splendido scenario di Piazza de Galganis, dopo un momento dedicato al gruppo “Music Therapy” del Centro Sociale per Anziani “San Michele Arcangelo”, spazio al jazz e alla leggerezza di “Casarano incontra Servillo”, un incontro musicale fra il sassofonista Raffaele Casarano, il pianista William Greco e l’estro di Peppe Servillo, già raffinato interprete e voce degli Avion Travel. Un percorso musicale che, accanto ad alcune canzoni di grandi cantautori italiani e brani composti dai due musicisti salentini, omaggerà con reinterpretazioni in chiave originale e arrangiamenti creati per l’occasione l’inquieta anima di Luigi Tenco, voce e volto migliore di quella prolifica “scuola genovese” musicale. Dal jazz al pop, passando per il cantautorato, venerdì 29 alle 22.30 in Piazza de Galganis appuntamento con “Il gelato dopo il mare”, il nuovo tour di Renzo Rubino, l’estravagante cantautore pugliese, poliedrico performer a metà fra musica e teatro, a Sanremo premio della critica “Mia Martini” nel 2013 con “Amami Uomo” e nel 2014 terzo classificato con “Ora”.
Statoquotidiano  - 20/09/2017 Argomento: Eventi 21687536_360766827690396_399911655643506196_n_17347_4769.jpg Il programma musicale si aprirà e si concluderà, il 27 settembre e il 1 ottobre 2017, con un viaggio nelle tradizioni musicali popolari pugliesi, dal Gargano al Salento, da Monte Sant’Angelo a Melpignano. Il 27 settembre in Piazza Beneficenza alle ore 21.00 la Puglia balla al ritmo delle tradizioni e delle tarantelle garganiche con il concerto della Grande Orchestra Popolare “OPM & Capitanata”. Il 1 ottobre, invece, il viaggio si concluderà in Piazza Duca d’Aosta alle ore 21.00 con la pizzica salentina e il grande Concerto dell’Orchestra della “Notte della Taranta”, la formazione che anima da vent’anni il concertone di Melpignano, il festival da 200mila persone più significativo della cultura popolare in Europa. Ad arricchire la serata la partecipazione straordinaria di Enzo Avitabile, l’uomo del pop, del ritmo afro-americano, di Napoli, della musica antica, della zeza e del canto sacro. Si chiude quindi con il djset che vedrà in consolle i dj ARM e Remo Amatore insieme allo special guest Marco Guacci, speaker di Radionorba. Oltre ai principali appuntamenti musicali non mancheranno eventi dedicati ai più piccoli, allo sport, agli spettacoli pirotecnici ed alla solidarietà grazie anche alla collaborazione con il Coordinamento Provinciale e la Delegazione Comunale di Telethon. “Mi emoziona leggere questo ricco programma di eventi. È la mia prima festa patronale da Sindaco di Monte Sant’Angelo, sento forte la responsabilità di donare ai miei concittadini una festa alla loro altezza, una festa degna dell’Arcangelo che protegge questa montagna che Egli stesso ha scelto. 5 giorni intensi, dichiara il Sindaco di Monte Sant’Angelo Pierpaolo d’Arienzo, durante i quali ci auguriamo di poter accogliere i tanti turisti e pellegrini devoti al nostro Santo Patrono, offrendo loro un rifugio spirituale ma allo stesso tempo una festa gioiosa. Permettetemi di ringraziare il comitato Festa Patronale e il suo Presidente Felice Piemontese che instancabili hanno lavorato per costruire questo bellissimo programma. Un ringraziamento doveroso a tutti i cittadini e a tutte le aziende che con enorme generosità hanno contribuito, ognuno in base alla proprie possibilità, a rendere tutto questo possibile. Sono profondamente orgoglioso di poter annunciare inoltre che quest’anno saremo finalmente in grado di offrire ospitalità ai tanti ambulanti presenti alla festa grazie alla collaborazione con la Caritas.” “In un tempo di rumori e frastuoni, gli eventi civili della festa dedicata a San Michele Arcangelo, quest’anno, saranno incentrati sulla musica”, commenta Felice Piemontese, Presidente del Comitato Festa Patronale. “Nei ricordi di tutti noi, oltre ai mistici momenti religiosi, la festa patronale fa rima con la musica, qualunque essa sia. Così, in accordo con l’amministrazione comunale, e con il fondamentale apporto del Teatro Pubblico Pugliese, abbiamo messo su un programma eterogeneo – basato principalmente sulla musica – che offrisse a tutta la popolazione uno spunto globale su molteplici sonorità in un richiamo di suoni ed echi, dal jazz al rock, passando per il cantautorato teatrale e la musica popolare”. Ufficio Stampa & Comunicazione 2017
http://www.statoquotidiano.it/19/09/2017/tavaglione-anci-puglia-gargano-ce/574215/
Tavaglione, “Anci Puglia: il Gargano c’è”
Statoquotidiano  - 20/09/2017 Argomento: Politica 21641006_663198423885658_4840718611742998313_o_17347_4770.jpg Domenico Vitto, Sindaco di Polignano a mare, è il nuovo presidente di ANCI Puglia (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani). Sostituirà il Senatore Luigi Perrone. La nomina è avvenuta per acclamazione nell’Assemblea Congressuale regionale svoltasi a Bari, nel corso della quale si è proceduto anche al rinnovo dei componenti il Consiglio regionale, sulla base di una lista unitaria di 61 membri. Il Gargano può vantare una forte rappresentanza in Assemblea grazie all’elezione del Sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi, del Sindaco di Vieste Giuseppe Nobiletti, del Sindaco di Carpino Rocco Di Brina e del Sindaco di Peschici Francesco Tavaglione. “Il mio impegno, ha dichiarato Francesco Tavaglione, è sempre sospinto da spirito di servizio a supporto della voce dei vari comuni pugliesi. I miei compiti sovracomunali, saranno caratterizzati da passione amministrativa e dalla voglia di coinvolgere i nostri territori nelle migliori dinamiche di sviluppo economico e culturali. Il mio ruolo, unitamente ai colleghi garganici, sarà di rappresentare nelle sedi istituzionali, ogni istanza che il territorio suggerisce”. Redazione
http://www.statoquotidiano.it/19/09/2017/luoghi-comuni-diamo-spazio-ai-giovani/574147/
“Luoghi comuni, diamo spazio ai giovani”
Statoquotidiano  - 20/09/2017 Argomento: Attualità foto3-EMILIANO-PIEMONTESE_17347_4771.jpg “In Puglia ci sono un’infinità di luoghi non ancora utilizzati, in molti casi anche già ristrutturati con altre forme di finanziamento regionale. LUOGHI COMUNI, diamo spazio ai giovani, è una sfida della creatività nel sociale. Un’offerta rivolta a tutte le organizzazioni giovanili della Puglia che possono, in combinazione con i sindaci, con le scuole o con altri enti pubblici, pensare di utilizzare spazi pubblici sottoutilizzati per svolgere attività che sono di carattere sociale e innovativo”. Così il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano intervenendo questa mattina, insieme con l’assessore regionale alle politiche giovanili Raffaele Piemontese, alla conferenza stampa di presentazione della nuova misura delle politiche giovanili “LUOGHI COMUNI, diamo spazio ai giovani”. La misura partirà entro il 30 ottobre con circa 10 milioni di finanziamento e sarà una misura largamente partecipata dal basso. Per il presidente Emiliano questa “sarà una misura che può essere sostenuta anche da un punto di vista tecnologico, essendo stata progettata anche con Arti, l’Agenzia regionale per la tecnologia e l’Innovazione”. “Nulla quindi esclude – ha concluso Emiliano – che LUOGHI COMUNI si possa combinare con altre misure ugualmente importanti che servono a migliorare la gestione anche tecnologica di alcuni luoghi, aprendoli alla fruizione pubblica. Un tempo si diceva che mancavano gli spazi. Oggi ci sono, e anche ristrutturati, bisogna però adoperarli altrimenti si rischia di aver sprecato perdere tempo e denaro”. “Con LUOGHI COMUNI – ha aggiunto l’assessore Piemontese – noi finanziamo le idee e l’energia dei giovani fino a 40mila euro. Vogliamo mettere insieme due potenzialità, le idee dei giovani egli spazi sottoutilizzati da parte degli enti pubblici. Nel corso degli anni passati infatti l’esperienza ci ha insegnato che quando si investe sui giovani questi restituiscono al territorio molto di più di quanto ricevono. L’investimento complessivo è di 10 milioni di euro e punta a sfatare un luogo comune: la Regione Puglia dà uno spazio concreto una casa alle idee delle organizzazioni giovanili pugliesi”. Per l’assessore le novità rispetto alle misure delle Politiche giovanili del passato sono “sostanziali”. “Noi prevediamo – ha spiegato Piemontese – la possibilità di avere progetti di innovazione sociale in qualunque spazio pubblico sottoutilizzato a differenza del passato quando si finanziavano le infrastrutture per ridare vita a dei luoghi pubblici abbandonati. Noi mettiamo soldi sulle idee che vanno a riempire spazi pubblici sottoutilizzati. Nel passato, ribadisco, si mettevano più risorse per ridare vita alle infrastrutture abbandonate”. LUOGHI COMUNI, così come PIN, diventerà misura stabile. “Noi vogliamo che questo bando, così come per il bando PIN, sia un bando sempre aperto, sia una misura stabile – ha ribadito Piemontese – quando un giovane pugliese ha un’idea valida per il territorio, deve sapere che la prima porta cui può bussare è quella delle politiche giovanili della Regione Puglia, politiche che finanziano una idea. Se i sindaci o gli enti pubblici hanno degli spazi che non riescono ad utilizzare perchè non hanno risorse da dare a quei giovani, entriamo in soccorso noi. Colmiamo quel vuoto. In sostanza noi diamo i soldi ha chi ha idee per riempire quegli spazi pubblici”. Alla conferenza stampa ha partecipato anche Paolo D’Addabbo dell’Arti e la dirigente regionale delle Politiche giovanili Antonella Bisceglia che ha sottolineato come questa misura sia stato “un risultato di un lungo lavoro degli uffici oltre che di tre focus group”. “Abbiamo ribaltato la prospettiva – ha detto la Bisceglia – ieri attraverso la misura Laboratori urbani sono state finanziate le infrastrutture (150), oggi vogliamo investire riempiendo di idee gli spazi sottoutilizzati”. Redazione
http://www.manfredonianews.it/2017/09/20/avviato-il-cantiere-per-il-ripascimento-della-duna-di-ippocampo/
Manfredonia. Avviato il cantiere per il ripascimento della duna di Ippocampo
ManfredoniaNews  - 20/09/2017 Argomento: Tutela Ambientale duneippocampo01_17347_4772.jpg L’intervento – spiega il sindaco Riccardi – mira a ridurre il rischio di allagamento dell’abitato di Ippocampo, interessato, nel recente passato, da molteplici fenomeni di inondazione”. Ieri, martedì 19 settembre 2017, è stato avviato il cantiere per la realizzazione dell’intervento di difesa dell’abitato di Ippocampo tramite la ricostruzione della duna preesistente, approvato con deliberazione di Giunta comunale n.126 del 16.06.14 e finanziato dalla Regione Puglia per complessivi € 2.410.687,70. Come noto, “l’intervento – spiega il sindaco di Manfredonia, Angelo Riccardi – mira a ridurre il rischio di allagamento dell’abitato di Ippocampo, interessato, nel recente passato, da molteplici fenomeni di inondazione”. I lavori sono stati aggiudicati all’Associazione Temporanea di Imprese “CCCspa – Rotice srl”. L’intervento è stato assoggettato ad una complessa procedura autorizzativa, comprendente l’Autorizzazione Paesaggistica e la Valutazione di Impatto Ambientale. In particolare, per quest’ultima autorizzazione, l’iter, avviato nel 2014, è stato complesso e articolato ed ha visto, in fasi diverse, la contrapposizione della Regione Puglia e dell’ARPA. In considerazione del dissenso espresso da tali Enti, il procedimento è stato rimesso alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. In tale sede, grazie alle proposte avanzate dal Comune di Manfredonia, tese ad individuare soluzioni progettuali condivise, è stato superato il dissenso e, con determinazione dirigenziale n.161 del 13.09.2016, la Regione Puglia ha dato il definitivo via libera alla realizzazione dell’intervento. “Nel corso del procedimento, il progetto – dice il dirigente del settore Urbanistica della Città di Manfredonia, Antonello Antonicelli – è stato migliorato sotto il profilo delle tutele ambientali e dell’inserimento paesaggistico”. Al termine di tale complessa fase, il progetto conclusivamente approvato consiste in: – ricostruzione della duna nella fascia compresa tra l’edificato del villaggio Ippocampo ed il mare; – realizzazione di un muro a difesa dell’abitato lungo tutto il perimetro del villaggio, sulla cui estremità verrà realizzato un percorso ciclo-pedonale per favorire la fruizione dell’area; – mantenimento delle zone di palude costiera, importantissimo habitat prioritario; – eliminazione delle barre di terra emersa all’interno delle paludi e realizzazione di piccoli isolotti utili per la riproduzione degli uccelli. L’opera verrà realizzata in un’area fortemente tutelata per la presenza di molteplici specie protette, prime tra tutti gli uccelli. In tal senso sono stati adottati numerosi accorgimenti per ridurre al massimo gli impatti ambientali. La realizzazione dovrà essere completata entro e non oltre la primavera del 2018, anche per evitare di incorrere in interruzioni, in concomitanza del periodo riproduttivo degli uccelli. Matteo Fidanza - Ufficio Stampa – Città di Manfredonia
http://www.manfredonianews.it/2017/09/19/la-chiesa-di-san-benedetto-accoglie-lorchestra-dei-felici-pochi/
La Chiesa di San Benedetto accoglie l’orchestra dei felici pochi
ManfredoniaNews  - 20/09/2017 Argomento: Eventi orchestra-F.P.-300x200_17347_4773.jpg Appuntamento sabato 23 settembre alle 20.30 nella Chiesa di San Benedetto, in via Tribuna, in pieno centro a Manfredonia, per assistere a Bach in jazz, il concerto dell’orchestra dei Felici Pochi. L’evento chiude il secondo ciclo 2017 del progetto speciale La casa dei ragazzi e della musica della compagnia Bottega degli Apocrifi, che immagina il Teatro Comunale “Lucio Dalla” come un luogo da abitare coltivando le proprie passioni, i propri talenti, ma anche sfidando quotidianamente i propri limiti. Ad avere residenza presso il Teatro Comunale “Lucio Dalla”, ad abitare questa casa musicale sono oggi 19 bambini e ragazzi tra i 10 e i 16 anni – dicono gli Apocrifi – giovani musicisti con un livello di preparazione differente, con esperienze differenti dettate anche dall’età, ma accomunati dal desiderio e dalla costanza che ci vuole per suonare insieme, capaci cioè di intonarsi tra loro, di sentire l’aria che tira, prima ancora di intonarsi ad un “la”. Questa capacità straordinaria ha fatto di loro un gruppo, un’orchestra. Abbiamo scelto di chiamarla l’Orchestra degli F.P., in onore ai Felici Pochi, liberi e talvolta folli, a cui da voce Elsa Morante nel suo libro “Il mondo salvato dai ragazzini” Ecco, ascoltando quello che questi ragazzi hanno creato insieme in alcuni momenti si ha la sensazione che la salvezza potrebbe essere addirittura dietro l’angolo! A guidare il percorso di formazione artistica è il M° Fabio Trimigno, responsabile musicale del progetto, che ha incentrato tutto il lavoro sulla creazione del gruppo, facendo si che i più grandi o i più preparati fossero da stimolo agli altri e permettendo alle capacità tecniche di liberarsi in un gioco pur mantenendo la loro indispensabile precisione. Quella di sabato prossima sarà la presentazione di questa esperienza davanti a un pubblico in forma di concerto e di esplosione di energia. Il luogo che ospiterà questa esplosione, grazie alla lungimiranza del Parroco Don Fernando Piccoli, è la Chiesa di San Benedetto, parte integrante del Patrimonio architettonico della città, il cui valore rischia spesso di passare inosservato a chi ci passa davanti a piedi o in macchina anche tutti i giorni. Perciò stavolta l’invito è fermarsi, a varcare la soglia, ad accomodarsi tra i banchi e diventare parte di un rituale musicale che ha il sapore della festa. Ingresso libero Per informazioni Bottega degli Apocrifi organizzazione@bottegadegliapocrifi.it 0884.532829 – 335.244843 Redazione
http://www.manfredonianews.it/2017/09/19/il-premio-re-manfredi-chiude-la-stagione-culturale-dellestate-manfredoniana-foto/
Il Premio “Re Manfredi” chiude la stagione culturale dell’estate manfredoniana
ManfredoniaNews  - 20/09/2017 Argomento: Cultura Premio-Re-Manfredi-17.9.2017Premio-Re-Manfredi-17.9.2017C_3420-300x214_17347_4774.jpg Il Premio “Re Manfredi”, giunto un po’ in ritardo rispetto alle passate edizioni, ha accompagnato verso la conclusione il ricco programma di eventi culturali dell’estate 2017. Nonostante le tante critiche, le organizzazioni di promozione turistica (Agenzia del turismo, GAL Daunofantino, IAT e altre associazioni culturali e sportive) sono riuscite a portare a compimento: mostre pittoriche, concerti di musica popolare e leggera, sagre, vari eventi sportivi, e i due amati eventi: “Argos Hippium” e “Re Manfredi” che promuovono personalità legate al territorio e non che si distinguono nel campo letterario, sportivo, sociale ed economico. La Piazza “Falcone e Borsellino” con la straordinaria fontana Piscitelli hanno fatto da cornice, nella fresca e piacevole serata del 16 settembre, all’evento tanto atteso dedicato a “Re Manfredi”. L’intento di portare a compimento l’evento da parte degli organizzatori è di promuovere il territorio nelle sue varie sfaccettature, facendone spiccare le doti artistiche-culturali. Il presidente della fondazione, Giovanni Tricarico, ha fatto gli onori di casa ringraziando quanti con dedizione e sacrificio hanno lavorato in breve tempo affinché nulla fosse lasciato al caso. L’unico neo è che per ragioni di tempo non sono riusciti ad organizzare il concorso nazionale di poesia correlato al premio. “Per questo concorso occorre più di un anno di preparazione” sostiene Tricarico e “speriamo di farcela l’anno prossimo”. La conduzione della serata è stata affidata all’ecclettico Savino Zaba che ha allietato e coinvolto il pubblico, cimentandosi anche con canti popolari. Le premiazioni hanno coinvolto varie personalità, partendo da Italo Cucci del mondo del giornalismo sportivo a quello della promozione turistica in memoria di Antonio Rosario Fatone, presidente dell’Azienda di Soggiorno e Turismo di Manfredonia nel ’68 che ha saputo promuovere il territorio di Capitanata e il Gargano in particolare. Le danze argentine sono state interpretate dai maestri Salvatore Amorico e Antonella Salerno che hanno entusiasmato la platea a ritmo di tango, intervallando le premiazioni. La maestra Salerno è esperta di Psicotangoterapia che esercita nelle province di Foggia, BAT, e Bari ed insieme al maestro Amorico hanno fondato l’ASD “Libertango”. Un altro personaggio che ha catturato l’attenzione del pubblico è stato Alexis Arts, foggiano di origine, ha dato prova delle sue dote di illusionista, mentalismo e trasformismo tanto apprezzate a livello internazionale. L’altra artista esibitasi è stata HER, in arte Erma Castriotta, manfredoniana di origine e di fama internazionale, che ha emozionato con alcuni brani interpretati dalla melodiosa voce e dal suo violino. Ha salutato tutti ed in particolare ha augurato ai giovani del territorio di non perdere mai la speranza e la fiducia nelle proprie capacità. Attraverso l’arduo lavoro e sacrificio si possono raggiungere le ambite mete anche se potrebbero condurre a vivere la propria carriera lontano dal proprio paese d’origine. Poi sono seguiti il Vice Presidente del Parco Nazionale del Gargano, Claudio Costanzucci Paolino, per i tanti progetti di promozione del Parco come “Coloriamo il nostro futuro”. Mentre per il settore dei Trasporti in Puglia è stato premiato il dott. Vincenzo Germano Scarcia per le alte cariche ricoperte come direttore di Ferrovie del Gargano dal 2005, Vice Presidente di Confindustria Foggia, Presidente di Lavori Ferroviari e Civili Srl e dal 2017 Coordinatore regionale di Confindustria per i trasporti. Infine l’ultimo premiato è stato il magistrato e saggista Nicola Gratteri di Reggio Calabria che dal 1989 vive sotto scorta per la dura lotta contro la ‘Ndrangheta. Attualmente ricopre la carica di Procuratore di Catanzaro. Nel 2014 Renzi, l’allora presidente del Consiglio, lo ha nominato Presidente della commissione per l’elaborazione di proposte normative sulla lotta alle mafie. Il procuratore Gratteri appare calmo, ciò che inquietano sono le sue affermazioni: “Il commercio della cocaina è tutt’oggi quello più redditizio, considerando che l’uso è aumentato considerevolmente nella ns società da parte di vari professionisti e non. Ciò che uccide è l’indifferenza. In alcuni territori “particolari” si sono fatti passi da gigante nella lotta alle cosche malavitose. Comunque non bisogna mai abbassare la guardia e occorre lavorare tanto per contrastarli. Occorre più Stato e meno spettacolarizzazione delle vicende criminali nei talk show. La prevenzione è la cura necessaria per educare le nuove generazioni verso la legalità e combattere il male che si annida negli atti criminali dei malavitosi e dei terroristi”. La serata conclusiva è stata allietata dal gruppo genovese dei New Trolls che hanno emozionato, interpretando i brani “Rock melodico” dei maggiori successi di cinquant’anni di carriera musicale. Foto di Lorenzo Tagliamonte Grazia Amoruso
https://www.ilgiornaledimonte.it/index.php/eventi/5643-primo-pellegrinaggio-in-bici-monte-s-angelo-loreto
Primo pellegrinaggio in bici Monte S. Angelo-Loreto
Il Giornale di Monte  - 20/09/2017 Argomento: Eventi pellegrinaggio-in-bici-area-530x680_17347_4776.jpg L’ASD Team Bici Tarantati di Monte S. Angelo organizza per sabato 23 e Domenica 24 settembre 2017 il primo pellegrinaggio in bici MONTE S. ANGELO – LORETO(SAN MICHELE ARCANGELO-MADONNA DI LORETO), 340 KM di percorso suddiviso in 2 tappe in memoria di tutti i ciclisti vittime della strada. La partenza avverrà sabato dal santuario di San Michele Arcangelo, gli atleti parteciperanno alla Santa Messa alle ore 8, poi alle 8.45 ci sarà la benedizione nell’atrio della Basilica e la partenza sarà alle ore 9,00. L’arrivo a Lanciano è previsto per le ore 18.00 circa. Domenica partenza da Lanciano alle ore 7.30 ed arrivo a Loreto alle ore 12.00 circa con messa e benedizione presso la Basilica della Madonna di Loreto. Il percorso prevede: (prima tappa) Monte S. Angelo, San Giovanni Rotondo, San Marco in Lamis, Poggio Imperiale, Termoli, Vasto e Lanciano. (seconda tappa) Lanciano, Pescara, Pineto, San Benedetto del tronto, Porto San Giorgio, Civitanova Marche, Loreto. Gli atleti Partecipanti sono: MATTEO ORRINI –Ass. “I Tarantati”(Monte S. Angelo) FRANCO ROMONDIA (Vico del Gargano) MATTEO DI COSMO (Carpino) GIUSEPPE MANTUANO (Monte S. Angelo) TOMMASO LA TORRE (Monte S. Angelo) LEONARDO DEL VISCIO (Vico del Gargano) Il pellegrinaggio attraverserà la Puglia, il Molise, l’Abruzzo e le Marche. Donato La Torre
https://www.ilgiornaledimonte.it/index.php/eventi/5644-monte-sant-angelo-la-festa-attesi-enrico-ruggieri
“Monte Sant’Angelo – la festa”: attesi Enrico Ruggieri...
“Monte Sant’Angelo – la festa”: attesi Enrico Ruggieri, La Notte della Taranta & Enzo Avitabile, Peppe Servillo e Renzo Rubino. A fine settembre, puntuale come ogni anno dopo l’estate, ritorna la sentitissima Festa Patronale di Monte Sant’Angelo in onore di San Michele Arcangelo, patrono della città, simile a “chi è come Dio”, principe degli angeli, del bene e protettore del popolo eletto. Al centro come sempre le celebrazioni religiose, con il momento più atteso: la Processione della Sacra Spada di venerdì 29 settembre, affiancate da un ricco ed eterogeneo programma di eventi messo a punto dal Comitato Festa Patronale 2017 guidato da Felice Piemontese. La festa, che si svilupperà per le vie del centro storico di Monte Sant’Angelo dal 27 settembre al 1 ottobre 2017, sarà dedicata alla musica, alle piazze della musica e ai concerti, ben cinque. Ospite attesissimo del programma sarà Enrico Ruggeri, leggenda della musica italiana, uno chansonnier nato dal punk e battezzato a Sanremo dall’irriverente pop di “Contessa” e in breve autore di tante storiche pagine della nostra canzone, per sé e per gli altri. A Monte Sant’Angelo Ruggeri arriverà con il suo nuovo tour “Dai Decibel ad oggi: 40 anni di successi”, il momento celebrativo che segna la réunion dei Decibel (la formazione storica nata nel 1977 da Ruggieri, Capeccia e Muzio) con Fulvio Muzio e Silvio Capeccia. Da “Contessa” a “Mistero”, poi “Polvere”, il “Il mare d’inverno”, “Quello che le donne non dicono”, “Peater Pan”, “Non finirà”, passando per i successi più recenti come “Il primo amore non si scorda mai”, Enrico Ruggeri delineerà un viaggio musicale nei ricordi e nelle sonorità di quasi in quasi quarantacinque anni di storia della musica italiana. La musica, però, avrà altre suggestioni e dinamiche. Giovedì 28 a partire dalle ore 21.30, nello splendido scenario di Piazza de Galganis, dopo un momento dedicato al gruppo “Music Therapy” del Centro Sociale per Anziani “San Michele Arcangelo”, spazio al jazz e alla leggerezza di “Casarano incontra Servillo”, un incontro musicale fra il sassofonista Raffaele Casarano, il pianista William Greco e l’estro di Peppe Servillo, già raffinato interprete e voce degli Avion Travel. Un percorso musicale che, accanto ad alcune canzoni di grandi cantautori italiani e brani composti dai due musicisti salentini, omaggerà con reinterpretazioni in chiave originale e arrangiamenti creati per l’occasione l’inquieta anima di Luigi Tenco, voce e volto migliore di quella prolifica “scuola genovese” musicale. Dal jazz al pop, passando per il cantautorato, venerdì 29 alle 22.30 in Piazza de Galganis appuntamento con “Il gelato dopo il mare”, il nuovo tour di Renzo Rubino, l’estravagante cantautore pugliese, poliedrico performer a metà fra musica e teatro, a Sanremo premio della critica “Mia Martini” nel 2013 con “Amami Uomo” e nel 2014 terzo classificato con “Ora”.
Il Giornale di Monte  - 20/09/2017 Argomento: Eventi luminarie1-area-690x522_17347_4775.JPG Il programma musicale si aprirà e si concluderà, il 27 settembre e il 1 ottobre 2017, con un viaggio nelle tradizioni musicali popolari pugliesi, dal Gargano al Salento, da Monte Sant’Angelo a Melpignano. Il 27 settembre in Piazza Beneficenza alle ore 21.00 la Puglia balla al ritmo delle tradizioni e delle tarantelle garganiche con il concerto della Grande Orchestra Popolare “OPM & Capitanata”. Il 1 ottobre, invece, il viaggio si concluderà in Piazza Duca d’Aosta alle ore 21.00 con la pizzica salentina e il grande Concerto dell’Orchestra della “Notte della Taranta”, la formazione che anima da vent’anni il concertone di Melpignano, il festival da 200mila persone più significativo della cultura popolare in Europa. Ad arricchire la serata la partecipazione straordinaria di Enzo Avitabile, l’uomo del pop, del ritmo afro-americano, di Napoli, della musica antica, della zeza e del canto sacro. Si chiude quindi con il djset che vedrà in consolle i dj ARM e Remo Amatore insieme allo special guest Marco Guacci, speaker di Radionorba. Oltre ai principali appuntamenti musicali non mancheranno eventi dedicati ai più piccoli, allo sport, agli spettacoli pirotecnici ed alla solidarietà grazie anche alla collaborazione con il Coordinamento Provinciale e la Delegazione Comunale di Telethon. “Mi emoziona leggere questo ricco programma di eventi. È la mia prima festa patronale da Sindaco di Monte Sant’Angelo, sento forte la responsabilità di donare ai miei concittadini una festa alla loro altezza, una festa degna dell’Arcangelo che protegge questa montagna che Egli stesso ha scelto. 5 giorni intensi, dichiara il Sindaco di Monte Sant’Angelo Pierpaolo d’Arienzo, durante i quali ci auguriamo di poter accogliere i tanti turisti e pellegrini devoti al nostro Santo Patrono, offrendo loro un rifugio spirituale ma allo stesso tempo una festa gioiosa. Permettetemi di ringraziare il comitato Festa Patronale e il suo Presidente Felice Piemontese che instancabili hanno lavorato per costruire questo bellissimo programma. Un ringraziamento doveroso a tutti i cittadini e a tutte le aziende che con enorme generosità hanno contribuito, ognuno in base alla proprie possibilità, a rendere tutto questo possibile. Sono profondamente orgoglioso di poter annunciare inoltre che quest’anno saremo finalmente in grado di offrire ospitalità ai tanti ambulanti presenti alla festa grazie alla collaborazione con la Caritas.” “In un tempo di rumori e frastuoni, gli eventi civili della festa dedicata a San Michele Arcangelo, quest’anno, saranno incentrati sulla musica”, commenta Felice Piemontese, Presidente del Comitato Festa Patronale. “Nei ricordi di tutti noi, oltre ai mistici momenti religiosi, la festa patronale fa rima con la musica, qualunque essa sia. Così, in accordo con l’amministrazione comunale, e con il fondamentale apporto del Teatro Pubblico Pugliese, abbiamo messo su un programma eterogeneo - basato principalmente sulla musica - che offrisse a tutta la popolazione uno spunto globale su molteplici sonorità in un richiamo di suoni ed echi, dal jazz al rock, passando per il cantautorato teatrale e la musica popolare”. Ufficio Stampa & Comunicazione 2017
https://www.ilgiornaledimonte.it/index.php/eventi/5641-culture-club-l-11-e-il-12-ottobre-a-manfredonia
CULTURE CLUB: L'11 E IL 12 OTTOBRE A MANFREDONIA
Il Giornale di Monte  - 20/09/2017 Argomento: Cultura LE GIORNATE DELLA PROGETTAZIONE DI “IO SONO GARGANO”. MODALITA' DI PARTECIPAZIONE DEGLI STAKEHOLDERS DEL TERRITORIO "Culture Club" per fare un matching aggiornato e reale tra domanda ed offerta, per mettere attorno ad uno stesso tavolo pubblico e privato, per tracciare un percorso definito ed unanime per la valorizzazione, la promozione e la fruizione del territorio. Così entrano nel vivo le attività del progetto "Io Sono Gargano", presentato dalla Città di Manfredonia come comune capofila, vincitore della selezione - fra 59 proposte pervenute al MiBACT - del Bando per gli "Interventi per la valorizzazione delle aree di attrazione culturale". Il bando, vinto da diciannove Comuni e aggregazioni di Comuni del Sud, verrà finanziato con risorse europee provenienti dal Piano di Azione e Coesione del MiBACT 2007-2013 e sosterrà i costi delle progettazioni nell'ambito di progetti integrati di scala territoriale e locale orientati alla valorizzazione culturale. Il raggruppamento di Comuni, nel nostro caso, mette insieme Apricena, Cagnano Varano, Carpino, Ischitella, Isole Tremiti, Lesina, Manfredonia, Mattinata, Monte Sant’Angelo, Peschici, Poggio Imperiale, Rignano Garganico, Rodi, San Giovanni Rotondo, San Marco in Lamis, Sannicandro Garganico, San Severo, Serracapriola, Vico del Gargano, Vieste. L'11 ed il 12 ottobre p.v. (presso le Civiche Biblioteche Unificate di Manfredonia, site in corso Manfredi - palazzo dei Celestini -), "Io sono Gargano" si proporrà come un libro aperto e da scrivere per tutti gli stakehoders del territorio, con una due giorni denominata evocativamente "Culture Club", curata dall’Agenzia del Turismo di Manfredonia e caratterizzata da sedute plenarie e tavoli tematici di confronto sulle quattro filiere dei Musei e dei beni culturali (“Io Sono Bellezza”), delle produzioni tipiche (“Io Sono Buono”), della musica e delle tradizioni (“Io Sono Folk”), del Sacro (“Io Sono Sacro”). La partecipazione è libera e gratuita, aperta ad Associazioni ed Imprese creative e culturali, turistiche, Istituzioni, Enti. La mission principale di questa azione di scouting è un'analisi della domanda e dell’offerta culturale, basata sulle necessità degli Enti e sul fabbisogno delle imprese e delle comunità locali, al fine di orientare l'utilizzo dei beni in un percorso virtuoso che includa l'intercettazione di bandi e risorse europee, ministeriali, regionali. “Io Sono Gargano” è un progetto strategico integrato, di valorizzazione culturale e dei talenti del promontorio pugliese. Si pone l’obiettivo di sviluppare, comunicare e sostenere una nuova cultura del territorio e del paesaggio, valorizzando le risorse umane e produttive e promuovendo nuove forme di gestione delle organizzazioni culturali e creative quali luoghi della contemporaneità e fonti dell’innovazione. L'obiettivo è dar vita a percorsi culturali, enogastronomici, museali, artigianali, naturalistici ed a manifestazioni culturali locali di valorizzazione delle tradizioni e delle qualità patrimoniali, al fine di sostenere un turismo orientato alla ricerca di un rapporto più genuino e meno massificante con i luoghi meravigliosi del Gargano. La strategia è legata al mix di azioni e interventi interdisciplinari che sono finalizzati ad aumentare la domanda culturale e ad elevare la qualità dell’offerta culturale e turistica, con un progetto che possa attrarre visitatori su beni e itinerari di grande valenza culturale, favorire la permanenza nell’area promuovendo un turismo sostenibile e collegare i beni attraverso le filiere culturali. Per partecipare alla giornate di “Culture Club” occorre compilare la Scheda Ricognitiva (da scaricare assieme ai materiali di approfondimento all'indirizzo http://visitmanfredonia.it/it/news/culture-club-le-giornate-della-progettazione-di-"io-sono-gargano"-492.html), ed inviarla all’indirizzo mail presidente@visitmanfredonia.it, specificando nell’oggetto: Io Sono Gargano_Scheda Ricognitiva. Con l’iscrizione, si riceveranno via mail tutte le informazioni, le convocazioni e gli aggiornamenti sul progetto. Le richieste di informazioni vanno inviate all’indirizzo mail: info@visitmanfredonia.it, specificando nell’oggetto: Io sono Gargano_Richiesta informazioni. Ufficio Stampa e Relazioni Pubbliche Manfredonia Turismo – Agenzia di Promozione
La Rassegna Stampa del Comune Modello