Crescita faggi vetusti Foresta Umbra, si procede con i rilievi - Parco Nazionale del Gargano

archivio notizie - Parco Nazionale del Gargano

Crescita faggi vetusti Foresta Umbra, si procede con i rilievi

 

Come rispondono ai cambiamenti climatici i faggi vetusti e come aumenta la naturalità del bosco della Foresta Umbra?

 

Per dare una risposta a queste domande proprio in questi giorni i ricercatori dell’Università della Tuscia, per conto del Parco Nazionale del Gargano e con il supporto dei Carabinieri Forestali, stanno procedendo con i rilievi che rientrano nel Piano di Gestione UNESCO.

 

Se da terra si misurano le altezze e i diametri degli alberi del bosco, dall’alto della chioma dei faggi vetusti si studia la struttura di questi giganti che hanno appena ripreso la loro attività vegetativa dopo un inverno molto siccitoso. Le misurazioni, per le quali sono stati montati sui tronchi anche dei sensori elettronici, serviranno a capire quanto le foreste vetuste siano più resilienti al cambiamento climatico e quanto contribuiscano ad attenuare il riscaldamento su scala locale.


Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (58 valutazioni)