Educazione Ambientale - Parco Nazionale del Gargano

AMP Isole Tremiti | Gestione | Educazione Ambientale - Parco Nazionale del Gargano

Educazione Ambientale

 

 foto foto  fotpo

 

“Parcogiochi” Saperi e Sapori

Il Progetto “Parcogiochi. Saperi e Sapori”, arrivato alla terza edizione nel giugno 2015, è un ponte tra passato e presente con lo sguardo rivolto al futuro.

E’ un Progetto Educativo, rivolto ai bambini e ragazzi delle classi quinte delle Scuole Primarie e delle classi prime delle Scuole Secondarie dei Comuni del Parco Nazionale del Gargano.

L’Ente Parco Nazionale del Gargano, consapevole del ruolo fondamentale svolto dalla scuola nella formazione delle coscienze e della cultura, si impegna a svolgere  un ruolo di intermediazione fra gli studenti e le istituzioni  per trasmettere agli studenti di Scuola Primaria e Secondaria i concetti della Eco-Sostenibilità e gli impegni per la diffusione di una cultura della tutela dell’ambiente e dei beni culturali e delle tradizioni come bene comune e valore universale.

"Parcogiochi" è un’iniziativa volta a creare reti di scuole che approfondiscano lo studio dei beni ambientali e culturali del Parco Nazionale del Gargano e dell’Area Marina Protetta delle Isole Tremiti al fine di realizzare attività di tutela e conservazione in maniera inter-istituzionale.

Dopo le tematiche ambientali ed ecologiche della prima edizione e quelle storico-archeologiche della seconda edizione, con la terza edizione si è puntato sul recupero della memoria legata alle tradizioni enogastronomiche, i piatti tipici e le loro modalità di preparazione, ed alle piante officinali ed i preparati che erano capaci di ottenere i nostri nonni ( infusi, decotti ed unguenti).

Il progetto “Parcogiochi: Saperi e Sapori” proposto dall’Ente Parco Nazionale del Gargano ed affidato a Patto Consulting Impresa Sociale, in partnership con Associazione Cuochi di Capitanata ed Associazione di Promozione Sociale MosaicomEra, ha inteso portare bambini e ragazzi alla scoperta dei tesori del Parco  e dell’AMP attraverso il recupero della memoria di genitori e nonni che, generazione dopo generazione, custodiscono ricette e usi del passato: antichi sapori, produzioni tipiche del territorio, tradizioni di ieri e di oggi, da ricette di cucina all’uso di piante officinali per la produzione di rimedi medicamentosi. Le visite/premio conclusive del Progetto di educazione ambientale hanno visto protagonista l’Area Marina Protetta delle Isole Tremiti, che nelle tre edizioni si è preparata ad accogliere più di 2000 bambini e ragazzi provenienti da tutti i comuni del Parco Nazionale del Gargano. Una giornata all’insegna del divertimento e della condivisione del lavoro svolto.  

 

Progetto "Piccole Diomedee"

Il progetto “Piccole Diomedee” è realizzato per far fronte all’esigenza di educare e sensibilizzare i bambini presenti nell’arcipelago tremitese durante l’anno al rispetto del mare e dei suoi abitanti, con l’ausilio di una biologa e di una storica dell’arte. Il progetto, arrivato alla seconda edizione, e realizzato in collaborazione con l'Associazione "Piccoli Tremitesi "rappresenta un vero e proprio programma di educazione ambientale che consente ai bambini di poter conoscere e far tesoro del patrimonio storico e ambientale presente nell’Area Marina Protetta Isole Tremiti con l'obiettivo di stimolare in loro l’interesse nei confronti dell'ambiente marino e delle problematiche ambientali.

Il Progetto prevede quattro  laboratori didattici suddivisi in una parte pratica che viene svolta sul campo e  una attività teorica che viene svolta in aula. Leitmotiv di tutti i laboratori è l’educazione e la sensibilizzazione dei più piccoli al rispetto del territorio e dei suoi abitanti. Il Progetto è rivolto a un gruppo di 50 bambini di diverse fasce di età che vanno dai 3 ai 10 anni.

 

“W i bambini - Festival Nazionale del racconto Ambientale” -  Bimed

“W i bambini” è un progetto di azione interistituzionale sulla tutela attiva dell’infanzia, dove accanto a giochi e ad attività ludiche formative, si svolgono iniziative finalizzate ad implementare la relazione tra gli adulti e il territorio. La finalità a cui tende la manifestazione “W i bambini” è quella di attivare relazioni di scambio organiche e continuative tra scuole di territorio omogenei determinando riflessioni e susseguenti attività didattiche su problematiche che attengono alla tutela ambientale, alla sana alimentazione, all’implementazione di una nuova idea di viaggio (turismo scolastico).

La BIMED è un associazione formata unicamente da Enti Pubblici, che ha la mission specifica di rendere cultura ed educational una concreta occasione di sviluppo e di qualificazione per il Mezzogiorno. È uno strumento che opera per le istituzioni associate, fornendo know how specifico in diversi settori: turismo scolastico, offerta formativa, promozione del territorio, acquisizione di finanziamenti europei, ma anche educational, tutela dell’infanzia e qualificazione sociale.

Tale associazione già da diversi anni, in collaborazione con l’Area Marina Protetta delle Isole Tremiti, ha promosso presso l’arcipelago delle Tremiti la manifestazione “Finale dell’Italian Tour W i bambini”, a cui partecipano scuole di varie regioni italiane che si pone l’obiettivo di stimolare l’interazione tra scuola e territorio, recuperando e rivalutando tradizioni e folclori locali che fanno parte del bagaglio culturale dell’area geografica del Mezzogiorno. Dal 2008 questa manifestazione ha avuto luogo alle Isole Tremiti riscuotendo un grande successo, rappresentando un momento di forte aggregazione e di festa che ha consentito a bambini, genitori e adulti (circa 500-600 persone per ogni edizione) di incontrarsi e divertirsi con giochi appartenenti alle tradizioni locali o ideati allo scopo.

Molteplici le iniziative messe in campo dallo staff della BIMED, la Biennale delle Arti e delle Scienze del Mediterraneo, che ogni anno riscuote un successo crescente in termini di adesioni e plauso per l’offerta laboratoriale messa a disposizione del mondo della scuola ed il consolidamento della Staffetta di Scrittura Creativa. Ogni anno, infatti, il progetto coinvolge centinaia di classi di tutta la Penisola nella composizione del capitolo di un racconto il cui incipit è scritto da uno scrittore di chiara fama nazionale. Questa staffetta nazionale ha prodotto nell’ultima edizione, ad esempio, 60 racconti, per i quali sono stati pubblicati oltre 30.000 copie griffati con i marchi del Parco Nazionale del Gargano e dell’Area Marina Protetta delle Isole Tremiti, location peraltro di alcune storie delle storie intrecciate dagli alunni partecipanti.

Sempre più numerosi e qualificati gli encomi che l’iniziativa acquisisce. Ha ricevuto la “Medaglia di Rappresentanza della Presidenza della Repubblica Italiana” (giusto dispositivo SGPR25/09/20140090057P del PROT SCA/GN/1047-2) e il patrocinio della Presidenza della Repubblica Italiana, del Senato della Repubblica, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero della Giustizia, del Ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare, di Legambiente, dell’Ente Parco Nazionale del Gargano, e dell’Area Marina Protetta delle Isole Tremiti.

Il partner tecnico della manifestazione è Certipass, l’Ente Internazionale erogatore delle certificazioni informatiche EIPASS.

L’Area Marina Protetta delle Isole Tremiti ha investito e continuerà ad investire nell'educazione ambientale dei ragazzi per far comprendere loro l'importanza della tutela delle bellezze naturali. Le Isole Diomedee sono state scelte perché ritenute tra le località più incontaminate d'Italia e diventano grazie all’iniziativa “W i Bambini” capitale del Mezzogiorno, dove gli studenti di tutta Italia sono indiscussi protagonisti con giochi, laboratori e manifestazioni.

La collaborazione con le scuole e le famiglie impegnate per la buona riuscita di questi progetti è un azione fondamentale per la tutela e la valorizzazione dell’ambiente e la divulgazione di un comportamento in piena armonia con la natura, in particolar modo delle Isole Tremiti e di tutto il territorio del Parco Nazionale del Gargano.

Un Progetto che crea le basi per un concreto rinnovamento della cultura del rispetto del territorio e della fratellanza, le basi per poter rifondare una società più civile, partendo dai bambini, il nostro futuro.

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (3471 valutazioni)