I vini del Gargano. Macchiatello del Gargano - Parco Nazionale del Gargano

Il Parco | Prodotti tipici | I vini del Gargano. Macchiatello del Gargano - Parco Nazionale del Gargano

I vini del Gargano. Macchiatello del Gargano

Comune: Vico

 

La coltivazione della vite e la produzione del vino sono attività antichissime del Gargano come mostrano i resti della villa romana di Agnuli nei pressi Mattinata. Ancora oggi la coltivazione della vite caratterizza diverse aree collinari del Gargano. Da queste viti si producono  soprattutto vini di produzione locale che pur di buona qualità non ambiscono al rilievo riservato nelle grandi guide specializzate ai vini imbottigliati. Fa eccezione l’area di Apricena che concorre con i suoi vitigni alla produzione di vini S. Severo DOC (denominazione di origine controllata).
Altra pregevole eccezione il Macchiatello del Gargano inserito per due anni di seguito (2008, 2009) nella Guida dei vini Veronelli. E tale particolarità risalta ancor più agli occhi se si tiene conto che solo nella guida compaiono solo undici vini pugliesi.
Ma quali caratteristiche presenta questo vino per questo interessante riconoscimento? Il Macchiatello, è un vino prodotto da alcuni vitigni storici del Gargano da due appassionati signori che da anni difendono il paesaggio agrario storico del Gargano e si dedicano al recupero dell’agrobiodiversità del promontorio: i fratelli Nello e Michele Biscotti. Non si tratta quindi è bene saperlo di una impresa commerciale e trovare questo vino può essere un compito arduo e senza possibilità di successo visto che se ne producono solo circa 1000 bottiglie all’anno.
In tal senso oggi il Macchiatello è un manifesto delle potenzialità ancora inespresse (o non più espresse) del Gargano. Il vino è prodotto in una piccola cantina del centro storico di Vico del Gargano dove vengono vinificati i frutti di 12 vitigni dell’antica tradizione vitivinicola del Gargano, salvandoli in qualche modo dall’estinzione. Una scelta delle uve caratteristiche, dove prevale con un 50% un vitigno antico (Uva della Macchia) e il rimanente, usa vitigni diversi, tutti comunque particolarmente aromatici.

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (4864 valutazioni)